...E ANDIAMO AVANTI!...E ANDIAMO AVANTI!Fratelli d'Italia

Monday, July 17, 2006

Dio esiste. É Eric Clapton


Ieri sono stato al concerto di Eric Clapton alla Wiener Stadthalle, appuntamento che ho pazientemente atteso per piú di sei mesi. Slowhand é arrivato dopo un´ora e mezza, dopo essersi fatto introdurre ottimamente dal supporter Robert Cray (siete appassionati di blues? Procuratevi al piú presto un album).
Dopo numerose birre finalmente la luce si é spenta, lasciando spazio allo show. Non mi ricordo bene che cosa mi aspettassi all´inizio, né ha in fondo alcun senso, di fronte a ció che é stato. Due ore di passione, piacere e musica sopraffina. Eric non é quasi mai andato oltre il primo ritornello dei suoi pezzi, lasciando spazio ai suoi incredibili assoli e a quelli della sua band di virtuosi. Eric non solo non é invecchiato affatto rispetto ai tempi di Cocaine, é addirittura diventato meglio. I suoi pezzi piú famosi c´erano tutti: Pretending, Old love, Tears in heaven, Running on faith. Non ho parole per descrivere la sua performance. Piú che a un concerto sembrava di assistere all´esecuzione di un´opera d´arte. Eric aveva di fronte un pubblico davvero schifoso, composto in larga parte di ciccioni cinquantenni che pensavano di essere a teatro - da vergognarsi. Non importa, il verbo é stato colto comunque. Il live migliore che abbia mai visto, e di gran lunga il pubblico peggiore. In Italia Eric é giá stato, ora il tour si sposta nel nord Europa, per poi concludere in bellezza negli Stati Uniti questo autunno. Se in qualche modo ne avete la possibilitá, tre parole: Procuratevi. I. Biglietti.

P.S.
Il mio vicino di posto era un groupie di Israele. Non ho mai visto nessuno di cosí sinceramente contento di aver avuto un biglietto, anche se era la sesta data a cui assisteva. Riuscito a raggiungere la prima fila, ha cercato di avere dalla security un plettro della band per ricordo. Il quale gli é stato negato, credeteci o no, in quanto Israeliano.