...E ANDIAMO AVANTI!...E ANDIAMO AVANTI!Fratelli d'Italia

Wednesday, December 14, 2005

NO TAV (NOstalgici Treni A Vapore)

Anche ieri i programmi di approfondimento politico si sono scatenati, contrapponendo come al solito le deleterie, urlate posizioni dei NO TAV, no global in doppiopetto grondanti becera nostalgie de la boue, e qualche timido ministro o sottosegretario vocato all'immolamento nell'arena mediatica.

Ma non intendo andare oltre: questo post non vuole essere l'ennesima inutile ripetizione dell'opinione prevalente in TocqueVille riguardo all'affaire Val di Susa, Valsusini & Treno-Global.

No, ciò di cui vorrei parlare è della bellezza dell'idioma anglosassone, lingua che persino i comunisti de' noantri hanno ricominciato ad apprezzare, più o meno dopo Seattle. Una lingua stupenda, idiomatica, diretta, capace di geniali (e ironiche) incursioni nel campo tecnico dell'abbreviazione.

In genere chi bolla l'Inglese come una lingua troppo semplice (o "bastarda") è chi non lo parla, scrive e conosce. Chi è stato trombato a tutti gli esami e ora si giustifica con la pretesa superiorità linguistica della lingua di Dante ("Paria rivolger meco Ioni"). Se fate parte di quella ristretta comunità intellettuale che si ostina a credere che l'Inglese sia una lingua morta, sfigata, perversa, così bambinesca che anche Bush riesce quasi a parlarla (esistono, esistono!!), avrete di che ricredervi.

In realtà, l'Inglese è una lingua geniale e sorprendente. E' il caso di NINBY (l'acronimo di not in my backyard), la sindrome scoperta con una ventina di anni di ritardo da Vespa e i vespasiani (o se preferite, da Porta a Porta & i portinai, o da Matrix & i martiri dell'auditel, o ancora da Ballarò e i ballisti comunisti).

Questo post vuole illuminarvi sugli altri acronimi che a NINBY hanno fatto seguito nel corso degli anni, nati per descrivere più accuratamente la degenerazione subita dai cervelli degli attivisti (si, sono gli stessi che cercano con mille premure di raffreddare i bollenti spiriti alle forze dell'ordine - possibilmente con gli estintori). Tutto questo, ovviamente, in attesa che fra altri vent'anni sentiremo enunciare queste perle di saggezza dai Talk Show e i talk-scoppiati.

NINBY - not in my backyard, e di questo abbiamo già detto
NOTE - not over there, either
BANANA - build absolutely nothing anywhere near anything
NOPE - not on planet earth
ZOOM - zilch on our moon
HOOSS - hands off our solar system

ma non è finita qui. Tra le sigle descrivi-fanatici ci sono anche:
GOOMBY - get out of my backyard
LULU - locally unwanted land use
NIMEY - not in my election year

e non poteva mancare:
CAVE - citizens against virtually everything

Per concludere, un acronimo nato durante le contestazioni del '68, ma perfettamente riesumabile oggi per indicare le mandrie di bovini anti-Moratti:

SWINE - students wildly indignant about nearly everything

Saluti,
B.R.A.I.N.W.A.S.H. (blogger against italian neocommies, wisely addicted to sharp hedonism :)