...E ANDIAMO AVANTI!...E ANDIAMO AVANTI!Fratelli d'Italia

Tuesday, December 20, 2005

Grillo fa 50.000 visitatori al giorno

E' il re incontrastato della blogosfera italiana, uno dei pezzi più grossi al mondo.

Qualcuno obietterà che un post con duemila commenti, di cui nessuno del titolare, è più che altro un forum; e che un forum in calce ad ogni articolo non fa un blog, ma si avvicina ad un Drudge Report, o tutt'al più a un Dagospia.

Qualcuno obietterà che forse, se un calciatore o una velina aprissero un blog, altro che cinquantamila visitatori.

Qualcuno obietterà che Grillo ha aderito al condono tombale, che è un evasore fiscale, che è stato condannato per omicidio colposo. Che è un becero demagogo di sinistra, un teorico del complotto, insomma uno con cui non si può parlare.

Non sono d'accordo. Resta il fatto che i numeri fanno di lui il numero uno. Cinquantamila, una cifra con cui è impossibile non confrontarsi.

Ho parlato di Grillo qualche giorno fa, spiegando come i suoi spettacoli siano sì banali e faziosi, ma come non tutti gli spettatori dispongano di know-how sufficiente ad accorgersene (e poi fanno ridere). Ho poi aggiunto che Grillo nei suoi show, un messaggio positivo lo fa passare: informarsi criticamente. Solo che non tutti portano il messaggio alle sue estreme conseguenze: cioé non fidarsi neanche di quanto dice Grillo stesso.

Tant'è. Sta di fatto che il blogger più letto d'Italia, che da poco ha lanciato una versione inglese del blog che sicuramente spopolerà, uno che sta, lui solo, finalmente sdoganando la parola "blog" presso il grande pubblico, sostiene opinioni contrarie alle nostre (intendo gli aderenti a Tocque-ville). E nessuno fa o dice niente.

Vogliamo stare a guardare, ora che abbiamo un avversario degno di questo nome?
E sappiate che dico avversario con profondo rispetto, come si deve ai crociati. Abbiamo un Beppegrillo, uno che fa politica sul serio, mica uno schizzinoso Gianlucaneri qualunque. Di più: uno che fa politica tramite un blog, come gli abitanti di Tocque-Ville.

Iniziamo ad interessarci come si deve alla questione, non liquidiamo quei cinquantamila come comunisti idioti e indottrinati. Non è la verità. In quei commenti c'è dibattito, e a qualcuno sembrerà assurdo, ma è più acceso che sui nostri.

PARTECIPIAMO.